Seleziona una pagina

10

MAGGIO, 2017

ANALISI TECNICA

Periodo in esame che ha visto movimenti laterali all’interno del trading range, la prima metà della scorsa settimana è stata caratterizzata da un andamento decrescente (e dal raggiungimento di nuovi minimi infra-day a 4,30) mentre, a partire da giovedì, il trend giornaliero è stato al rialzo. A livello cumulato gli ultimi due giorni della scorsa settimana hanno visto un rialzo del 4,06% con il permesso che è tornato a scambiare sopra i 4,50 €/ton. Dopo aver toccato i minimi attuali pare rinnovato l’interesse in acquisto degli operatori, in una probabile ottica di copertura 2018 con una strategia di ottimizzazione del prezzo; i volumi si mantengono infatti in linea con le settimane pre-compliance, con un massimo di 16,6 Mln di EUA tradate lo scorso venerdì.

Le quotazioni, tuttavia, non riescono a riprendersi e superare la media mobile a 20 giorni, ferma a 4,63 €/ton. Gli scambi si concentrano nella parte inferiore delle bande di Bollinger dallo scorso 20 aprile, le quali disegnano un grafico con massimi e minimi decrescenti.

Come anticipato la settimana scorsa, il trend di breve ha mostrato comunque un ritracciamento a rialzo delle quotazioni (il CCI infatti è rientrato dall’area di ipervenduto) e l’MACD pare si stia riprendendo (nonostante si trovi ancora in area ribassista). Da segnalare la figura grafica di morning star formatasi nelle giornate di martedì, mercoledì e giovedì (segnalata nel grafico). Essa consiste in una prima lunga candela ribassista, seguita da una giornata a candela piuttosto ristretta, a sua volta seguita da un’altra giornata con una lunga candela bianca: solitamente tale figura identifica un’inversione di trend che passa da bullish a bearish.

Il primo debole supporto rimane in area 4,40 €/ton mentre la prima resistenza si trova in area 4,60 €/ton, in prossimità della media mobile a 20 periodi.

Grafico EUA DEC7 (20.03.2017 – 09.05.2017)

MACD: Moving average convergence divergence. Indicatore che evidenzia la relazione tra due medie mobili a periodo di diversa ampiezza e fornisce indicazioni sul trend in atto. Bande di Bollinger: Canale grafico che misura la volatilità di un titolo. Le quotazioni hanno oltre il 95% di probabilità di mantenersi al suo interno. CCI: Il commodity channel index misura di quanto il prezzo si discosti dalla sua media in un periodo di tempo prestabilito (di solito 14 periodi). Indicazioni rialziste/ribassiste oltre soglie di +100/-100.

Questo documento è a fini informativi e basato su dati e informazioni disponibili nel momento della compilazione. Quanto riportato può non riflettere il parere di iCASCO SpA. iCASCO SpA non si fa responsabile delle aspettative e delle decisioni in merito alle proprie scelte di trading sulla base dei valori riportati sul presente documento.